Crea sito

Antipasti e salse della Taverna


Cialota

Occorrono: una cipolla, una carota,un rametto di rosmarino, 2 gambi di sedano, una manciata di prezzemolo, due spicchi di aglio, un peperone rosso e uno giallo, una manciata di foglie di salvia. Mezzo bicchiere di olio extra vergine d'oliva e uno intero di ottimo aceto, quattro pomodori maturi sugosi, sei acciughe sott'olio, sale e pepe.

Prepariamo usando la mezzaluna un trito finissimo con tutte le verdure e gli aromi, poi  in un padellone dove avremo versato l'olio d'oliva facciamo soffriggere il trito a fuoco deciso. Trascorsi dieci minuti aggiungiamo le acciughe spezzettate, l'aceto ed i pomodori anch'essi tritati con la mezzaluna. Regoliamo di sale e spruzziamo con una manciata di pepe nero macinato sul momento. Cuociamo ancora per cinque minuti.
E' una salsa morbida e antica, ad uso  dei poveri, si usava inzupparvi dentro pezzetti e croste del pane di campagna (quando diventava un pò duretto).


Salsa al miele

Occorrono: 500 gr. di miele millefiori, 200 gr. di gherigli di noce tritati, 1 cucchiaio di senape in polvere, un cucchiaio di ottimo aceto di vino, 2 cucchiai di brodo.

Poni i gherigli di noce tritati in una terrina. In una ciotola diluisci la senape con l'aceto ed un cucchiaio di brodo caldo, mescolando bene con una forchetta.Scalda leggermente il miele a bagno maria e aggiungi subito la senape diluita. Mescola con cura incorporando ancora un cucchiaio di brodo.
Ottima con le patate lesse calde e con il bollito.E'così antica che non se ne conosce più l'origine.


Gli antipasti e le salse della taverna

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

Uno degli ortaggi del nostro orto

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.