Antipasti e salse della Taverna

Ajvar (specialità slovena) 

Occorrono:

6 peperoni gialli carnosi (naturalmente vanno bene anche i rossi, ma la salsa dovrebbe risultare arancione). I peperoni vanno fatti grigliare in forno e poi privati della buccia, dei filamenti, del torsolo e dei semi. Provvederemo poi a tagliarli a fettine
4 grossi pomodori maturi e sugosi, sbollentati un attimo per privarli più facilmente della buccia, poi strizzati e privati anche dell'acqua di vegetazione e dei semi, infine tagliati a pezzetti.
una cipolla tagliata ad anelli sottilissimi
1 spicchio d'aglio
olio extra vergine d'oliva
sale
peperoncino piccante fresco o secco quanto ne volete, dipende dai vostri gusti.

In un padellone facciamo soffriggere la cipolla con un poco d'olio extra vergine d'oliva ed aggiungiamo anche l'aglio.
Non appena la cipolla è appassita togliamo lo spicchio d'aglio e versiamo nel padellone i pomodori, aggiungiamo una presa di sale, 3 bicchieri d'acqua e poi i peperoncini. Lasciamo cuocere a fuoco molto dolce fino a quando la cipolla ed i pomodori si saranno completamente disfatti. A questo punto si aggiungono le fette dei peperoni grigliati e si lascia cuocere ancora per 5 minuti. Si lascia intiepidire e poi si passa al setaccio con il disco a maglia fine oppure si frulla. Otterremo una salsa arancione o rosso vivo buonissima, più o meno piccante a seconda della quantità e della qualità di peperoncino che avremo usato.

Baci di Satana (peperoncini rotondi ripieni)

Lucidiamo con un canevaccio di bucato i peperoncini. Poi, con un coltellino affilatissimo e facendo attenzione a non romperli togliamo loro il picciolo.
Dobbiamo poi liberarli con molta delicatezza dei semi aiutandoci con le dita o con un cucchiaino.
Mettiamo a scaldare dell'aceto di vino bianco e non appena bolle tuffiamoci dentro i "baci di Satana" per 1 minuto. Scoliamoli con il mestolo forato e disponiamoli sopra un piatto di portata. Farciamoli a piacere con un'oliva, un'acciuga sott'olio,un wurstel piccolissimo, un cucchiaino di capperi, una pallina di salsiccia piccante calabrese o di tuorlo d'uovo sodo, ecc. Serviamoli con l'aperitivo freddissimo.

Gli antipasti e le salse della taverna


Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.