Crea sito

La dispensa della Taverna

Marmellata di mandarini

Occorrono:

1 kg. di mandarini piccoli e con la buccia liscia
1 kg.. di zucchero

Dopo aver bucherellato i mandarini con uno stuzzicadenti, poniamoli in una casseruola, copriamoli d'acqua e mettiamoli a cuocere a fuoco molto dolce per un quarto d'ora. Poi lasciamoli riposare per almeno 24 ore nella loro acqua.Il giorno dopo facciamoli cuocere ancora per 10 minuti, poi scoliamoli tenendo da parte l'acqua di cottura. Lasciamo raffreddare, poi tagliamoli a fettine sottilissime, eliminando nel contempo i semi. In un tegame piuttosto capiente versiamo due bicchieri dell'acqua di cottura nella quale scioglieremo tutto lo zucchero. Facciamo sobbollire a fuoco molto dolce, quando non ci sarà più traccia di zucchero uniamo i mandarini e facciamo cuocere a lungo e dolcemente, rimestando continuamente con il cucchiaio di legno, fino a quando il composto avrà assunto la consistenza e l'aspetto lucido e trasparente della marmellata. 
Invasiamo subito la marmellata, ancora bollente, nei vasetti pulitissimi e ricopriamo con un dischetto di carta oleata imbevuto di brandy. (se la invasiamo veramente molto calda, il sottovuoto si formerà da solo, le capsule si abbasseranno, e non sarà necessario farla sterilizzare).
Etichettiamo e riponiamo i vasetti in un luogo buio, fresco ed asciutto. Attendiamo un paio di mesi prima di consumare.

La dispensa

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.