Crea sito

I dolci della Taverna


Zeppole di patate

Occorrono:

500 gr. di patate, lessate, pelate e passate nello schiacciapatate
4 tuorli di freschissime uova
un panetto di lievito di birra, sciolto in una tazza di acqua tiepida con un cucchiaino di miele
la scorza grattugiata di due limoni
300 gr. di farina
un pizzico di sale
zucchero a velo profumato alla vaniglia
olio d'oliva per friggere

Quando sono ben fredde uniamo alle patate la farina, aggiungiamo anche i tuorli d'uovo, la scorza grattugiata dei limoni, un pizzico di sale ed il lievito di birra, Impastiamo con cura, fino ad ottenere un impasto liscio e sodo, con il quale formeremo dei bastoncini lunghi circa 20 cm. che ripiegheremo e salderemo alle estrenità per formare le zeppole.
Poi copriamole con un telo candido e lasciamole lievitare almeno 3 ore.
Friggiamole in olio bollente, poniamole a sgocciolare su fogli di carta assorbente e poi spolverizziamole con lo zucchero a velo vanigliato.


Crema al limone

Occorrono:

400 gr. di amido di mais
mezzo litro di latte intero fresco
4 tuorli d'uovo
gr.150 di zucchero
il succo e la scorza di un grosso limone sugoso e freschissimo
una noce di burro
una bustina di vanillina
1 tazzina da caffè di vodka al limone
gr.400 di freschissima panna montata

Sciogliamo l'amido nel latte, poi uniamo i tuorli d'uovo e lo zucchero, a fuoco molto dolce portiamo il composto quasi a ebollizione, aggiungiamo il succo del limone e facciamo addensare. Spegnamo il fuoco ed aggiungiamo il burro, la vanillina e la vodka. Lasciamo raffreddare in frigorifero, quando la crema sarà ben fredda incorporiamo con delicatezza la panna montata. Versiamola in coppette e decoriamo con la scorza del limone tagliata a striscioline.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.