I dolci della Taverna


Torta de zuca baruca 

Occorrono:

una zucca non troppo grossa, sbucciata, privata dei semi, lavata e tagliata a pezzetti
100 gr. di burro
una tazza di uvetta passa posta a macerare in grappa di vinacce
150 gr. di zucchero
100 gr. di mandorle pestate
100 gr. di cedro candito, tagliato a piccoli cubetti
la scorza grattugiata di un limone
una bustina di lievito in polvere
2 uova

Facciamo disfare la zucca nel burro dentro un tegame, quando è spappolata leviamola dal fuoco e poniamola in una terrina. Aggiungiamo ad essa lo zucchero, l'uvetta, le mandorle, il cedro, la scorza grattugiata del limone , la bustina di lievito, due rossi d'uovo e gli albumi montati a neve ben ferma. Mescoliamo il tutto con cura, poi poniamo l'impasto in una teglia bassa, foderata con carta da forno. Inforniamo in forno già caldo (160°) per un'ora
La zuca baruca si serve tiepida.



Torta di pane&mele

Occorrono:

250 gr. di pane raffermo, posto a macerare nel latte per una notte intera
due uova
4 grosse mele ranette tagliate a fettine sottili
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina bianca
una bustina di lievito in polvere vanigliato
la scorza grattugiata di un limone
50 gr. di burro sciolto in un tegamino

Dopo una notte intera immerso nel latte, il pane si sarà ben ammorbidito. Rigiriamolo un poco con un cucchiaio di legno ed uno alla volta aggiungiamo tutti gli altri ingredienti. Dobbiamo ottenere un impasto soffice e omogeneo. A questo punto poniamo l'impasto in una tortiera foderata con carta da forno e mettiamo in forno caldo (160°) per un'ora.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.