I dolci della Taverna

Delizia castagnola

250 gr. di farina di castagne
1 cubetto di lievito di birra, sciolto in una tazzina di acqua tiepida
1 presa di sale
150 gr. di zucchero
100 gr. di farina bianca
4 uova
200 gr. di burro
latte fresco, intero, lo stretto necessario per impastare

Poniamo in una terrina la farina di castagne e il lievito di birra. Uniamo le uova ed una presina di sale. Aggiungiamo poco latte tiepido ed incominciamo ad impastare incorporando poco a poco anche la farina bianca.

Aggiungiamo il burro fuso e tiepido ed anche lo zucchero. Se necessario ammorbidiamo ancora con un poco di latte, ed ipastiamo fino ad ottenere una massa soffice e vaporosa, che lasceremo lievitare in luogo tiepido per almeno 4 ore. Trascorso tale tempo, impastiamo ancora brevemente, poi poniamo l'impasto in una teglia un poco alta, foderata con carta daforno, eponiamo in forno già caldo, 180°, per una mezz'ora

.

Pangiallo di mele

Occorrono:

500 gr. di farina di granoturco tipo "bramata"
2 grosse mele, sbucciate e grattugiate
1 bustina di lievito vanigliato
100 gr. di zucchero
1 pugno di uvetta, posta a macerare con del rhum o della grappa
1/2 bicchiere di olio extra vergine d'oliva
1 bicchiere di latte
la scorza grattugiata di un limone

Impastiamo le mele grattugiate con la farina gialla, il ievito, il latte e lo zucchero, mescolando bene. Aggiungiamo la scorza grattugiata del limone, l'uvetta strizzata e l'olio. Formiamo una pagnotta dalla forma un pò allungata e disponiamola su una teglia piatta,ricoperta con un foglio di carta da forno. Poniamo in forno giàcaldo, 200°, per un quarto d'ora, fino a quando la superficie assumerà un colore dorato. Togliamo dal forno e lasciamo raffreddare completamente prima di servire.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.