Crea sito





I dolci della Taverna

Noci di ricotta

200 gr. di ricotta freschissima
50 gr. di farina bianca
un uovo intero e un tuorlo
60 gr. di finissimo pane pesto
30 gr. di zucchero
un nonnulla di cannella in polvere


In una terrina lavoriamo con la ricotta il tuorlo d'uovo. Uniamo poco per volta la farina, lo zucchero e la cannella. Amalgamiamo con cura e lasciamo riposare in luogo fresco per un paio d'ore. Trascorso tale tempo con l'aiuto di un cucchiaino prendiamo piccole parti del composto modellando delle palline a cui daremo una forma simile ad una noce. Passiamole nella farina poi nell'u0vo sbattuto ed infine nel pangrattato. Sistemiamole in un piatto e facciamole rassodare in frigorifero per un'ora. Scaldiamo in una padella abbondante olio d'oliva e non appena sarà fumante friggiamo le "noci" poche alla volta, non appena saranno dorate scoliamole con la schiumarola e poniamole ad asciugare su fogli di carta assorbente. Serviamole caldissime.

Coppa duchessa

Occorrono:

400 gr. di ricotta freschissima
150 gr. di panna montata
4 tuorli d'uovo
70 gr. di zucchero a velo
2 cucchiai di uvetta passa, posta ad ammorbidire nel rum, e poi strizzata
2 cucchiai di cedro candito, tagliato a pezzettini molto piccoli
4 cucchiai di marmellata di arance amare
1/2 bicchiere di rum
un pezzetto di scorza d'arancia (non trattata) grattugiata

Mescoliamo con delicatezza la ricotta, la panna montata, lo zucchero, i tuorli d'uovo, la scorza dell'arancia, l'uvetta, il cedro candito e il rhum. Quando avremo ottenuto una crema gialla, di una certa consistenza, suddividiamola nelle coppette, che lasceremo riposare in frigorifero per 3/4 ore fino a indurimento. Prima di servire decoriamo la superficie  della crema, con una goccia di marmellata d'arance amare.

La crema può essere inoltre arricchita con pezzetti di torrone, scaglie di cioccolato , pezzetti di noci, dadini di albicocche, fatti rinvemire nel rum.

Si può anche decorare con confettura di ciliegie o di lamponi.

Le nostre ricette



.



Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.