Crea sito





I dolci della Taverna

Dolce di pane e uvetta

Occorrono:

250 gr. di pane raffermo
una bustina di lievito per dolci
4 uova
250 gr. di zucchero
1 litro di latte fresco intero
1 bicchiere di grappa
200 gr. du uvetta sultanina (ammorbidita nella grappa e poi strizzata)
le scorze grattugiate di un limone e di un'arancia, (non trattati).  

Spezzettiamo il pane raffermo e poniamolo ad ammollare nel latte.Quando il pane è ammorbidito sbricioliamolo finemente in una terrina
aggiungendo il lievito, lo zucchero, le uova e le scorzette grattugiate del limone e dell'arancia. Uniamo l'uvetta e tutta la grappa che è servita per farla rinvenire e mescoliamo ancora. Versiamo l'impasto in una tortiera rivestita con carta da forno e poniamo in forno già caldo (150°) per un'ora.

Dolce Halloween

500 gr. di  zucca farinosa, sbucciata, privata dei semi e dei filamenti
1/2 litro di latte
2 cucchiai di fecola di patate
100 gr. di zucchero
250 gr. di cioccolato amaro, fondente
250 gr. di marmellata di castagne
un pugno di mandorle leggermente tostate e poi tritate
6 amaretti tritati
50 gr. di burro
una bustina di vanillina
la scorza di un'arancia (non trattata)

Cuociamo la zucca nel latte fino a completo assorbimento. Schiacciamola con il passapatate e poniamo la polpa in una pentola capiente. Uniamo lo zucchero, il cioccolato, la marmellata di castagne, gli amaretti e le mandorle, il burro, la vanillina, la scorza grattugiata dell'arancia e,per ultima, la fecola di patate setacciata. Cuociamo per circa mezz'ora, sempre mescolando.Raffreddiamo il dolce in frigorifero per almeno 6/7 ore, poi rovesciamolo con delicatezza in un argo piatto rotondo. Prima di servirlo decoriamolo con ciuffi di panna montata.

Le nostre ricette



.



Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.