Crea sito





I dolci della Taverna

Dolce d'inverno 

Occorrono:

300 gr. di farina
un panetto di lievito di birra
2 tuorli d'uovo
2 cucchiai di zucchero
latte fresco, intero
una bustina di vanillina
un pizzico di sale
per la crema:
150 gr. di burro
150 gr. di zucchero
una bustina di vanillina

Poniamo in una terrina lo zucchero, la farina, il sale, la vanillina ed il lievito di birra sbriciolatoPoniamo in  necessario per ottenere un composto omogeneo, che lasceremo da parte copertomdamun canovaccio per un paio d'ore almeno, fino a quando non sarà lievitato bene. Riprendiamo l'impasto e lavoriamolo ancora fino ad ottenere una pasta morbida, che spianeremo, fino ad ottenere un disco alto circa mezzo dito. Ricopriamo la pasta con il burro e lo zucchero che avremo lavorato fino ad avere una crema, e arrotoliamo. Tagliamolo il rotolo con un coltello affilatissimo a fette spesse circa un dito e disponiamole in una teglia ricoperta con carta da forno. Poniamo in forno già caldo (160°) e cuociamo. Non appena avranno assunto un colore dorato ricopriamole con il latte, zuccherato, caldissimo. Inforniamo ancora e lasciamo cuocere per altri 5 minuti. Serviamo ben caldo accompagnando con una chicchera di caffè bollente. 

Fonduta di cioccolato con le pere

200 gr. di   cioccolato amaro, fondente (minimo 70% di cacao) sbucciata, 1/2 litro di panna frescaprivata dei semi e dei filamenti
4 pere, polpose, sode, grasse e grosse

Laviamo le pere, sbucciamole, tagliamole a piccoli spicchi, che porremo in scodelline individuali, una per commensale. Sciogliamo a bagnomaria il cioccolato, uniamo la panna e, mescolando, scaldiamo a fuoco dolcissimo. Versiamo la crema in un piccolo tegame di acciaio e ceramica da appoggiare sopra un fornelletto acceso al centro della tavola. Ogni commensale usando forchette da fondue bourguignonne intingerà nella fonduta gli spicchi di pera. d

Le nostre ricette



.



Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.