Crea sito





I dolci della Taverna

Fregole della suora

Occorrono:

un filoncino di pane del giorno prima, tagliato a fette dello spessore di un cm.
un uovo freschissimo
2 cucchiai di zucchero
1 bicchiere di latte fresco intero
un bicchiere di vino barbera giovane
40 gr. di burro di panna

Sbattiamo l'uovo con il latte ed inumidiamo in esso le fette di pane, devono solo ammorbidirsi non spappolarsi. In un padellone con il fondoantiaderente facciamo sciogliere e schiumare il burro, non appena è simile alla spuma facciamo friggere le fregole prima da una parte e poi dall'altra. Non appena sono pronte spolverizziamole con lo zucchero ed alzando la fiamma spruzziamole con la barbera, rigiriamole e cospargiamole con lo zucchero rimasto. Si servono caldissime.

 

Torta dello speziale ebreo

Occorrono:

per la pasta:
600 gr. di farina bianca
150 gr. di zucchero semolato
latte fresco intero
vino bianco secco
150 gr. di burro
un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva

per il ripieno:
300 gr. di pane pesto abbrustolito
300 gr. di miele allo stato semiliquido
200 gr. di gherigli di noce
200 gr. di mandorle sgusciate e tritate
100 gr. di uvetta passa ammorbidita nel vino bianco secco e poi strizzata
una presa di spezie miste in polvere
un bicchiere di vino bianco secco
la scorzetta grattugiata di un'arancia non trattata


In un capace tegame di terracotta facciamo liquefare il miele, qundi sempre mescolando versiamo il vino, le noci, le mandorle,il pane pesto abbrustolito,l'uvetta, la scorzetta d'arancia grattugiata e le spezie. Amalgamiamo con cura, teniamo al caldo, possibilmente in un angolo della stufa o del camino. Nel frattempo prepariamo l'impasto con la farina, lo zucchero, il burro e l'olio, ammorbidendlo con il latte e il vino. Tiriamo la sfoglia e dividiamola in due parti. Foderiamo con la prima parte il fondo e i lati di una teglia rotonda che avremo spalmato di burro, poi versiamo il ripieno e con la seconda parte della sfoglia ricopriamolo. Saldiamo bene lungo il bordo con le dita inumidite e poniamo in forno già caldo 180° fino a quando la superficie non avrà preso un bel colore dorato.
   

Le nostre ricette



.



Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


Una ricetta straordinaria,.anche molto bella nell'aspetto...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.