Crea sito

I dolci della Taverna


Zeppole di San Giuseppe

Occorrono:
6 bicchieri di farina bianca e 6 bicchieri d'acqua
quattro cucchiai di zucchero
un bicchiere piccolo di cognac
olio per friggere
zucchero a velo, sale

In una casseruola poniamo 6 bicchieri d'acqua, lo zucchero, un pizzico di sale ed il cognac. Appena l'acqua bolle, togliamo la pentola dal  fuoco e in una sola volta versiamo la farina, rimestiamo con energia e poi rimettiamo la pentola sul fuoco, mescoliamo ancora fino a quando l'impasto si staccherà dalle pareti della pentola. Su un marmo unto d'olio versiamo l'impasto e lavoriamolo spianandolo con una bottiglia o con il matterello, senza stancarci di pestarlo, rigirarlo e poi spianandolo ancora deve diventare come un elastico. Poi sarà il momento di fare dell'impasto una palla che allungheremo fino a formare un lunghissimo cilindro della grossezza di un pollice. Tagliamo la pasta a pezzetti della lunghezza di circa 15 cm. ed uniamo le estremità per formare delle ciambelline. Si friggono in olio extra vergine d'oliva bollente non prima di averle punzecchiate con una forchetta. Quando sono ben dorate si raccolgono con la schiumarola forata e si pongono ad asciugare su fogli di carta assorbente. Si cospargono di zucchero a velo prima di servirle.


Flamusse de pommes


Occorrono:
10 mele renette, private della buccia, dei semi ed affettate
6 uova
1/4 di latte fresco intero, bollito
1 cucchiaio di farina
50 gr. di zucchero, più un cucchiaio
100 gr. di burro freschissimo

Far rosolare le mele nel burro a fuoco vivace. In una  grossa scodella sbattere le uova, con la farina, lo zucchero ed il latte. Aggiungere le mele mescolando accuratamente.
Rivestire con carta da forno una teglia e versare il composto. Cuocere in forno per una mezz'ora a  200°.
Versare la flamusse in un piatto da portata, cospargerla di zucchero, servirla calda.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

 

 

 

 

 

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.