E' arrivato il momento di preparare la cena in onore di Ciu Ki Tang, il draghetto cinese, risvegliato dopo mille anni. Gi da qualche giorno la Taverna in fermento per preparare addobbi e decorazioni per la sala da pranzo, ed un men "orientale". Questa mattina mentre Ciu Ki Tang il draghetto e Tina la volpicina erano scesi a fare colazione con pane nero, burro delle baite, latte fresco appena munto e marmellate di frutti di bosco successa una cosa straordinaria: si sentito davanti all'uscio dell'ingresso come un frullar d'ali e un soffio di vento caldo che ha smosso le pareti, subito allarmati il Mattorel, Neta ed il Mulo sono corsi ad aprire, e meraviglia delle meraviglie, davanti alla porta c'erano due grossi cesti avvolti in carta paglia, sul primo un biglietto:"Per il Mattorel ed il Mulo" sul secondo "Per Neta". Sorpresi e fuori di s dalla gioia il Mattorel e il Mulo hanno aperto il cesto, dentro in bell'ordine hanno trovato ogni sorta di decorazioni per abbellire la sala e la tavola: tovaglie in seta fine gialle e rosse, tovaglioli di trina ricamati, arazzi in carta riso leggerissimi riproducenti in colori meravigliosi immagini di draghi, lanterne anch'esse in carta di riso rosse, arancio, gialle da appendere al soffitto e decine di candele profumate modellate a forma di animali, fiori, frutta, con queste meraviglie l'aspetto della sala sar splendido. Che cosa dire poi di Neta, rimasta a bocca aperta avendo trovato nel suo cesto ogni sorta di cibo tipicamente cinese: riso originale, ampolline di salse piccanti ed agrodolci, nidi di rondine di mare, vino giallo, germogli freschi di soia e di bamb, piccoli cavoli, grappa di rose, the yu-tsienn,gamberetti e gamberoni freschissimi avvolti in tovaglioli ghiacciati,radici di fiordiloto, petali di magnolia, alette di pescecane, uova di granchio, persino lingue d'anatra...con questo bendidio la cena sar meravigliosa, un vero specchio di come si prepara da mangiare in quel lontano affascinante paese. Chi ha mandato tutto questo agli abitanti delle piccola Taverna sperduta nei boschi di montagna? Qui si fanno ipotesi, supposizioni ma poi resta un mistero.

La cena stata splendida, Neta, il Mattorell, il Mulo e la Pecora hanno ricevuto i complimenti di tutti gli Ospiti per aver saputo immergerli in un'atmosfera meravigliosa, originale ed irreale ed aver saputo cucinare cibi tanto insoliti,poi successo ancora qualcosa:

Era gi buio,mentre gli Ospiti si accomiatavano per salire nelle loro stanze, di nuovo quel frullar di ali e quel soffio di aria calda, poi alcuni boati... corsi tutti fuori nel giardino spaventati hanno assistito al pi bel spettacolo di fuochi d'artificio che si potesse immaginare, con centinaia e centinaia di razzi di ogni forma e colore, girandole, grappoli di stelle, cascate luminose, fino a quando nel bagliore apparso un grande drago azzurro con gli occhi fiammeggianti, aveva una cicatrice nella gola...in un attimo ha raccolto Ciu Ki Tang il draghetto nella sua grande mano, l'ha baciato ed scomparso con lui nella notte, mentre in cielo appariva l'ultimo razzo, nella cascata di luce d'argento apparsa una scritta:

Le nostre serate

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attivit di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.