Crea sito




I primi piatti di Neta


Pasta di fagioli in burromatto

1 kg. di farina di semola di grano duro

400 gr. di fagioli freschi sgranati
8 uova
olio extravergine d'oliva
sale
una grossa cipolla bianca
burro freschissimo
sale
un pugno di grana padano grattugiato

Lessiamo i fagioli e passiamoli. Uniamo il passato di fagioli alla semola di grano duro, mescolando il tutto con un pochino di sale fino, le uova sbattute e quattro cucchiai di olio extra vergine d'oliva. Impastiamo con cura per un quarto d'ora, poi faremo riposare l'impasto per un paio d'ore in un angolo buio e tiepido. Trascorso tale tempo, tiriamo la sfoglia con la macchina per la pasta, poi usando la scanalatura per fare le tagliatelle otteremo delle strisce proprio simili alle tagliatelle. Cuociamole rapidamente in abbondante acqua salata e nel frattempo facciamo rosolare una cipolla bianca tritata in un'abbondante dose di burro freschissimo. Scoliamo la pasta di fagioli e condiamola con il burro insaporito dalla cipolla. Una manciata di grana padano grattugiato e subito in tavola!

Fusilli con fonduta di parmigiano 

Occorrono:

5400 gr. di fusilli
50 gr. di farina tipo00
200 gr. di parmigiano reggiano grattugiato
un litro di latte fresco intero
50 gr. di burro freschissimo (meglio se appena montato)
3 chiodi di garofano
sale
pepe


Scaldiamo il latte con i chiodi di garofano, un soffio di pepe macinato, un pizzico di sale. Facciamo fondere il burro in una casseruola provvista di fondoantiaderente e incorporiamo la farina setacciata, mescolando con cura, tutto dovtà risultare perfettamente amalgamato. A questo punto aggiungiamo il latte caldo, filtrato, e sbattiamo con una frustina di acciaio poi uniamo un poco alla volta, e sempre mescolando il parmigiano grattugiato. Proseguiamo la cottura a fuoco dolcissimo fino a quando il cucchiaio di legno con il quale mescoliamo avrà fatto la patina di "velluto". Cuociamo i fusilli in abbondante acqua salata, scoliamoli al dente e condiamoli con la fonduta, spolverando con un poco di pepe nero fresco macinato sul momento al mulinello e decorando la superficie della pasta con scaglie di parmigiano

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





di

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.