I primi piatti di Neta


Linguine di Quaresima

400 gr. di  linguine
400 gr. di olive taggiasche, sott'olio e snocciolate
due spicchi d'aglio
100 gr. di capperi di Pantelleria sotto sale
150 gr. di pecorino pepato siciliano, stravecchio
olio extravergine d'oliva
sale

Dissaliamo le acciughe e i capperi. Facciamo cuocere le linguine in abbondante acqua salata. Mentre le linguine cuociono imbiondiamo l'aglio in un padellone e sciogliamo i filetti di acciuga con le olive snocciolate. Uniamo anche i capperi, poi aggiungiamo un mestolino d'acqua di cottura della pasta. Aggiungiamo il prezzemolo tritato. Non appena le linguine saranno cotte, scoliamole al dente, e ancota grondanti e bollenti tuffiamole nel padellone. Aggiungiamo il pecorino siciliano grattugiato. Mescoliamo con cura e serviamo subito. 

Trenette al pesto marinaro

Occorrono:

400 gr. di trenette
400 gr. di acciughe freschissime
3 spicchi d'aglio
un mazzo di  freschissimo prezzemolo tritato
una manciata di origano fresco, tritato
un peperoncino piccante, fresco
un bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine d'oliva
sale grosso

Dilischiamo e puliamo le acciughe, poi pestiamole in un mortaio con un cucchiaino di sale grosso sino a ridurle a poltiglia. Soffriggiamo in poco olio gli spicchi d'aglio e il peperoncino tritato, dopo 5 minuti leviamo l'aglio ed aggiungiamo il pesto di acciughe. Uniamo il vino bianco e facciamo cuocere la salsa per almeno 5 minuti. Spegnamo ed aggiungiamo metà dell'origano e del prezzemolo tritati. In questa salsa mantechiamo le trenette, cotte molto al dente in abbondante acqua salata. Prima di servire cospargiamo la pasta con l'origano e il prezzemolo rimasti.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





di

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.