Crea sito




I primi piatti di Neta


Spaghetti del carretto

400 gr. di  spaghetti
500 gr. di  pomodori nostrani, sugosi, maturi, passati un attimo in acqua bollente e poi, privati dell'acqua, della buccia e dei semi, ridotti a pezzetti   
quattro spicchi d'aglio, tritati finemente
una manciata di foglie di basilico
150 gr. di pecorino pepato siciliano, stravecchio
olio extravergine d'oliva
1 peperoncino piccante fresco, tritato
sale

Mescoliamo l'aglio tritato con i pomodori ed il basilico in una grossa zuppiera. Condiamo con sale, olio ed il peperoncino fresco tritato, quindi copriamo il tutto con un tovagliolio. Lessiamo gli spaghetti al dente, non appena sono cotti scoliamoli e tuffiamoli nella zuppiera, mescolando con cura. Serviamo spolverizzando con il pecorino pepato grattugiato.

Maccheroni del frantoio

Occorrono:

400 gr. di maccheroni
2 foglie di alloro 
2 litri di vino bianco secco
pecorino stravecchio ,da grattugia
olio extra vergine d'oliva  novello, meglio se appena uscito dal frantoio
sale  

Versiamo il vino, un quarto di litro d'acqua e le foglie di alloro in una pentola con i bordi alti. Portiamo a ebollizione, saliamo ed aggiungiamo la pasta lasciandola cadere sul fondo, senza mescolare. Abbassiamo la fiamma e facciamo sobbollire fino all'esaurimento quasi totale del vino (come se cuocessimo il risotto). Nella medesima pentola condiamo i maccheroni con l'olio novello ed il pecorino. Serviamo immediatamente.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





di

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.