Crea sito




I primi piatti di Neta


Tagliatelle dello gnomo

400 gr. di  tagliatelle all'uovo, fresche 
1 kg. di funghi del bosco, appena raccolti: porcini, ovoli, gallinacci...  passa di 3 spicchi d'aglio
un trito di freschissimo prezzemolo
burro,
olio extra vergine d'oliva 


Appena tornati dal bosco prepariamo immediatamente i funghi: puliamoli raschianodo con un coltellino il terriccio dal dal gambo e passiamo sulle cappelle uno strofinaccio morbido e inumidito, non laviamoli assolutamente! Traferiamo i funghi, tagliati a tocchetti, in una padella antiaderente dove avremo posto qualche cucchiaio d'olio extravergine ed una noce di burro. Portiamoli a cottura a fuoco dolce insieme agli spicchi d'aglio interi e al prezzemolo. Lessiamo in abbondante acqua salata le tagliatelle, scoliamole al dente, poi, ancora molto umide, facciamole saltare in padella con i funghi.

Tagliolini dell'ortica

Occorrono:

250 gr. di  farina tipo 00
250 gr. di semola rimacinata di grano duro
100 gr. di cime di ortica
una cipolla tritata
2 uova grosse, freschissime
burro
qualche foglia di salvia
parmigiano reggiano grattugiato 
due spicchi d'aglio
olio extra vergine d'oliva
sale

Sbollentiamo le cimette di ortica per qualche minuto. Facciamo appassire la cipolla in poco olio poi aggiungiamo le ortiche e stufiamole per qualche minuto. Frulliamo e lasciamo raffreddare.Mescoliamo le due farine ed impastiamole con le ortiche frullate, le due uova, due cucchiai d'olio extra vergine e una presina di sale,poi con la macchinetta per fare la pasta tiriamo la sfoglia e prepariamo i tagliolin. Cucociamo i tagliolini in abbondante acqua bollente, scoliamoli e ancora caldissimi e grondanti, condiamoli con burro fuso profumato alla salvia ed abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





di

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.