Crea sito




I primi piatti di Neta


Ravioli delle capre

Prepariamo la pasta sfoglia con 500 gr. di farina, 5 uova intere, sale, un filo d'olio. Stendiamo un foglio sottile per accogliere il ripieno che si prepara con:

400 gr. di spinaci
150 gr. di formaggio caprino fresco
50 gr. di parmigiano reggiano grattugiato
un uovo grande, freschissimo
una noce di burro
sale

Laviamo gli spinaci, lessiamoli in acqua salata, scoliamo e dopo averli passati in padella con il burro, tritiamoli, Uniamo il caprino fresco, sbriciolato, il parmigiano, l'uovo sbattuto, una presa di sale. Mantechiamo e mescoliamo bene.
Ora disponiamo i mucchietti di ripieno con un cucchiaino sul foglio di pasta e prepariamo i ravioli. Tuffiamoli nell'acqua bollente salata per una decina di minuti, scoliamoli in una terrina e condiamoli  con robiola di capra freschissima, sbriciolata e con una spolverata di granella di nocciole.


Ravioli con i crauti

Prepariamo la pasta sfoglia con 500 gr. di farina, 5 uova intere, sale, un filo d'olio. Stendiamo un foglio sottile per accogliere il ripieno che si prepara con:

600 gr. di crauti, sciacquati e strizzati
un trito composto da una cipolla ed uno spicchio d'aglio
1 foglia di alloro tritata
50 gr. di speck tritato
5 bacche di ginepro, tritate
un cucchiaio di farina tipo 00
un bicchiere di brodo vegetale
strutto freschissimo

Scottiamo i crauti nello strutto con il trito di cipolla ed aglio. Mentre il composto soffrigge aggiungiamo le bacche di ginepro, l'alloro, la farina ed il brodo vegetale, mescoliamo con cura, per ultimo uniamo anche lo speck.
Ora disponiamo i mucchietti di ripieno con un cucchiaio sul foglio di pasta e prepariamo dei ravioli piuttosto grandi. Cuociamoli friggendoli in strutto bollente, non appena sono dorati, scoliamoli con il ramaiolo e poniamoli ad asciugare un attimo su fogli di carta assorbente.




Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





di

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.