I primi piatti della vecchia Neta

          


Minestrella di ortiche

Occorrono:
una grossa manciata di ortiche raccolte all'inizio della primavera, quando la pianta è ancora tenera e non punge
Una scatola piccola di pomodori pelati, scolati e tritati
un battuto ottenuto con100 gr. di pancetta, una cipolla e due spicchi d'aglio
peperoncino rosso piccante
olio extra vergine d'oliva

Lavate e tritate le cime delle ortiche. In una pignatta di terracotta un pochino alta fate soffriggere il battuto nell'olio extra vergine d'oliva, quando sarà ben colorito unite le ortiche e i pomodori pelati tritati, un'idea di peperoncino e fate cuocere per qualche minuto a calore medio. Aggiungete un litro e mezzo d'acqua e portate a ebollizione, la minestra dovrà cuocere per un quarto d'ora, per poi essere servita calda e profumata.



Zuppetta di spinaci

Occorrono:
250gr. di spinaci surgelati a cubetti
un litro  di ottimo brodo di carne, saporito e abbastanza grasso
pane casereccio raffermo
olio extra vergine d'oliva
pepe

Fate scaldare il brodo, quando sarà giunto a ebollizione versate gli spinaci e fateli cuocere.
Intanto tagliate il pane raffermo a dadini e fateli friggere in olio bollente.
Ponete i dadini di pane nelle scodelle e versateci sopra la minestra caldissima.
Spolverizzate con pepe nero in grani macinato al momento.
    

Le nostre ricette

                         

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

Uno degli ortaggi del nostro orto

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.