Crea sito

I primi piatti di Neta

Crema di pesce

1 kg. di pesce di scoglio freschissimo, perfettamente pulito, sventrato, privato delle lische, della testa e della coda 
un soffritto preparato con una cipolla, il cuore di un sedano, una carota
olio extra vergine d'oliva
pane casereccio raffermo, tagliato a cubetti e fatto dorare in padella con burro e olio, pepe nero in grani

Cuoci i pesci in una pentola con abbondante acqua unendo anche il soffritto,
Dopo un'oretta passa ogni cosa al setaccio (almeno 2volte). Versa la crema di pesce caldissima in fondine di terracotta, aggiungi per ogni fondina un pugno di cubetti di pane dorato, ed una soffiata di pepe nero in grani macinato sul momento.
Se hai ospiti non se ne andranno più.

Ravioli di pesce

Prepariamo la pasta sfoglia con 500 gr. di farina, 5 uova intere, sale, un filo d'olio. Stendiamo un foglio sottile per accogliere il ripieno:

600 gr.di dentice
100 gr. di boraggine
150 gr. di ricotta freschissima
4 uova
50 gr. di olio extra vergine d'oliva
1 mazzo di scarola.

Stufiamo la scarola con la boraggine.Quando le verdure sono cotte strizziamole e passiamole al tritacarne (disco fine) con il dentice (che avremo precedentemente fatto cuocere al forno, completamente privo di lische) la ricotta, il sale e le uova. Amalgamiamo il tutto con cura.
Procediamo come per i ravioli normali.
Si cuociono in acqua bollente e si condiscono con sugo di vongole, oppure alla moda antica si stende sui piatti fondi dei commensali una salvietta di bucato e si dispongono in ogni piatto una dozzina di ravioli caldissimi...senza condirli...


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

Uno degli ortaggi del nostro orto

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.