Crea sito

I primi piatti di Neta


Zuppa di patateconguanciale

Occorrono:

500 gr. di patate, pelate e tagliate a dadini
un bicchiere piccolo di olio extra vergine d'oliva
una battuto finissimo composto da una cipolla e 2 spicchi d'aglio
100 gr. di guanciale tritato grossolanamente
un trito finissimo di prezzemolo e basilico
origano
4 fette di pane casereccio tostate in forno
sale
pepe nero in grani

In un padellone facciamo soffriggere nell'olio il battuto di cipolla e aglio, non appena è colorito aggiungiamo anche il guanciale e versiamo nel padellone le patate. Profumiamo con l'origano e pepe fresco macinato sul momento. Rimestiamo con cura.
Copriamo con acqua bollente, saliamo con moderazione e lasciamo cuocere adagio per una mezz'ora, mescolando ogni tanto.
Tostiamo il pane in forno. Deponiamo una fetta di pane in ogni fondina e poi versiamo sopra la zuppa bollente. Insaporiamo con un cucchiaio del  trito di basilico e prezzemolo il contenuto di ogni fondina. Serviamo la zuppa caldissima.




Zuppa con frutti di mare

Occorrono

1 kg. di frutti di mare freschissimi, che puliremo e sciacqueremo con cura:
cozze, vongole, telline, cannolicchi, tartufi, datteri, fasolari, ecc.
2 spicchi d'aglio  tagliati a fettine sottilissime
un trito di freschissimo prezzemolo
un bicchiere piccolo di olio extra vergine d'oliva 
pane secco a dadini, tostato in padella in poco olio
sale
pepe nero in grani


In una padella scaldiamo l'olio e facciamo soffriggere l'aglio Versiamo poi i frutti di mare e facciamoli aprire a tegame coperto. Copriamo con acqua bollente e saliamo con moderazione. Lasciamo sobbollire per una mezz'oretta. Profumiamo con pepe e con il trito di prezzemolo. Versiamo la zuppa in un'elegante zuppiera ed aggiungiamo i dadini di pane dorati e croccanti. Serviamo caldissimo in scodelle di coccio.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

Uno degli ortaggi del nostro orto

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.