I primi piatti di Neta


Minestrina al basilico
 
Occorrono:
100 gr. di pastina,
20 gr. di burro,
1 spicchio di aglio tritato,
un uovo freschissimo,
un piccolo trito di basilic appena raccolto

Facciamo bollire 1 litro d'acqua con il burro e l'aglio tritato, poi cuociamo la pastina. In una scodella sbattiamo l'uovo con il trito profumato di basilico. Non appena la pastina è cotta versiamola con il suo brodo in una zuppierina ed aggiungiamo l'uovo sbattuto con il basilico. Mescoliamo con cura, serviamo caldissimo.
 




Fazzoletti di seta (mandilli de saea, specialità genovese)


gr.500 di farina
2 cucchiai di semola
4 uova
un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva
sale


Sul ripiano di marmo poni la farina a cratere, unisci la semola e le uova sgusciate, aggiungi un pizzico di sale, prepara la pasta prima con una forchetta e poi con le mani.
Spiana l'impasto morbido e liscio con il matterello per ottenere una sfoglia sottilissima da tagliare a riquadri di cm.25 di lato. Si cuociono due alla volta in acqua bollente salata alla quale si aggiunge un cucchiaio d'olio. Si sgrondano con la schiumarola e si condiscono con il classico pesto.


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

Uno degli ortaggi del nostro orto

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.