Crea sito




I primi piatti di Neta


Zuppa di fagioli alla calabresa

Occorrono:

300 gr. di fagioli freschi, "bianchi, cannellini"
olio extravergine d'oliva
pane di campagna raffermo, 4 fette
1 presa di sale
pepe nero in grani

In un tegame di terracotta, mettere a bagno i fagioli per una notte intera, con una soffiata di sale. Il giorno dopo, appendere il tegame alla catena del  camino, già acceso. Se non abbiamoil camino, facciamo cuocere i fagioli sopra il piano della stufa a legna. A metà cottura aggiungiamo ancora un poco di acqua tiepida e un pizzico di sale. Quando i fagioli saranno cotti, abbrustoliamo il pane e poi facciamolo a pezzetti ponendolo in un largo piatto con i bordi alti. Versiamo sul pane i fagioli lessi, irroriamo con olio extra vergine d'oliva, spruzziamo con pepe nero in grani macinato sul momento al mulinello.

Tagliatelle con guanciale,olive&pomodorini

Occorrono:

400 gr. di tagliatelle
100 gr. di guanciale
100 gr. olive greche tagliate a fettine 
300 gr. di pomodorini (ideale la qualità Piccadilly)
olio extravergine d'oliva
una presa di sale
un trito di freschissimo basilico
pepe nero in grani

Porre in una padella con 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva il guanciale e farlo soffriggere. Non appena il grasso si sarà sciolto aggiungere i pomodorini tagliati a metà aggiungere anche le olive e il trito di basilico. Cuocere a fuoco dolce per 5 minuti. Intanto preparare le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle, poi velocemente tuffarle nella padella con gli altri ingredienti. Far saltare qualche minuto la pasta a fuoco vivace. Spruzzare con pepe nero macinato sul momento al mulinello e servire immediatamente. 


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.