I primi piatti di Neta


Rigatoni del ruffiano

Occorrono:

400 gr. di rigatoni
400 gr. di pomodori dell'orto, maturi, sugosi, saporiti
uno spicchio di aglio
2 grossi spicchi d'aglio
un pugnetto di foglie di basilico spezzettate con le dita
un peperoncino piccante fresco
50 gr. di ricotta di pecora ,stagionata, ridotta a scagliette 
50 gr. di formaggio di pecora "fiore sardo" stagionato e grattugiato
olio extra vergine d'oliva
sale

Laviamo i pomodori, priviamoli della buccia e dei semi, strizziamoli leggermente, poi tagliamoli a pezzetti e poniamoli in una capiente terrina. Uniamo ai pomodori l'aglio svestito e tagliato a fettine, le foglie di basilico, il peperoncino a pezzetti, la ricotta stagionata ridotta a scagliette, Aggiungiamo una presina di sale ed un filo d'olio extra vergine d'oliva. Cuociamo i rigatoni al dente, non appena sono cotti scoliamoli e tuffiamoli nella terrina. Mescolando con cura, ricopriamo con il "fiore sardo" grattugiato e serviamo immediatamente.

Spaghetti del 26 Dicembre (S.Stefano)

Occorrono:

500 gr. di s paghetti

frutta secca avanzata del giorno di Natale (noci, nocciole, mandorle, noccioline americane) tritata finemente
1 pugnetto di uvetta appassita ammorbidita in una tazzina di marsala secco
1 pugnetto di capperini sottosale, sciacquati e strizzati
10 olive nere denocciolate e tagliate a metà
250 gr. di pomodorini secchi sott'olio
un trito abbondante di prezzemolo freschissimo
una presa di origano

Mettiamo sul fuoco l'acqua per la pasta e intanto prepariamo il sugo. In un tegame scaldiamo l'olio e facciamo dorare lo spicchio d'aglio svestito e schiacciato leg Uniamo la frutta secca, i capperi e facciamo rosolare per un paio di minuti. Uniamo i pomodorini, saliamo con moderazione e cuociamo per 5/6 minuti. In ultimo aggiungiamo le olive snocciolate, la presa di origano ed il prezzemolo, dopo aver fatto insaporire il tutto spegnamo il fuoco ed incoperchiamo. Cuociamo aldente gli spaghetti, non appena sono cotti scoliamoli poi  versiamoli in un capiente padella ed aggiungiamo il condimento. Poniamo qualche secondo sul fuoco amalgamando bene. Serviamo caldissimo.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.