Crea sito




I primi piatti di Neta


Vellutata di verdure dell'inverno

Occorrono:

800 gr. di zucca
3 belle patate, abbastanza grosse
2 porri bianchi invernali
qualche foglia di salvia
una noce di burro freschissimo
uno spicchio grosso d'aglio
dadini di pane raffermo

Tagliamo le verdure a pezzi e poniamole a cuocere in una pentola da minestra, con poca acqua salata, in modo che siano appena coperte. Dopo un'ora di cottura a fuoco lento passiamole al passaverdura.
In una padella facciamo friggere i dadini di pane raffermo con il burro, la salvia e lo spicchio d'aglio. Non appena sono dorati versiamoli nella vellutata bollente. Serviamo immediatamente.

Gnocchetti di pane&pollo all'antica

Occorrono:

250 gr. di pame raffermo senza crosta

100 gr. di avanzi di pollo lesso o arrosto
3 uova
pangrattato
brodo di carne avanzato
qualche cucchiaio di grana padano grattugiato
latte fresco, intero
80 gr. di burro
sale&pepe

Tagliamo a fettine il pane, copriamolo a filo con il latte tiepido e lasciamolo macerare una mezz'oretta. Facciamo sciogliere ilburro in una casseruola poi aggiungiamo il pane con il latte, facendo asciugare bene l'impasto a fuoco lento.

In una terrina riuniamo il pane, il grana, il pollo tritato fine, le uova, un soffio di sale e di pepe. L'impasto deve risultare consistente, se non fosse aggiungiamo qualche cuchiaio di pangrattato e mescoliamo con cura. Facciamo bollire ilbrodo di carne poi mettiamo l'impasto a piccole cucchiaiate. Quando le palline arriveranno a galla la minestra sarà pronta.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.