I secondi piatti del Mulo

 

 

Maialino in pinzimonio e riccioli di patate

Occorre 1kg. di filetto di maiale tagliato a piccoli  pezzi. Si fanno soffriggere in olio extra vergine d'oliva una bella e grossa cipolla, un gambo di sedano ed uno spicchio d'aglio (tritati); quando hanno preso colore si unisce la carne, un rametto di rosmarino, qualche spessa foglia di salvia e si spruzza con un bicchiere di ottimo vino bianco. Si fa cuocere la carne, aggiungendo se occorre qualche mestolino di brodo caldo.
Quando la carne è cotta, si toglie la salvia e il rosmarino e si ricopre con questa salsina:
in un mortaio di marmo, possibilmente con il pestello di legno di pero, si pestano aglio, prezzemolo, acciughe, capperi, scorza di limone, basilico, origano fresco. Si diluisce il tutto con succo di limone si addensa con un pugnetto di farina e si versa sopra la carne. Si lascia insaporire a fuoco dolcissimo per dieci minuti.
E' un piatto delizioso che si accompagna con i riccioli di patate: camminando con un coltellino affilato lungo una grossa patata e tagliandola tanto fine come se si sbucciasse una pera si ottengono i riccioli, che devono rimanere un'intera notte in acqua fredda. Si friggono in olio bollente e si salano subito dopo.



Budino di carne all'antica


Occorre 1 kg. circa di fesa di vitello che faremo rosolare con abbondante olio extra vergine d'oliva, burro freschissimo, sale e pepe. Quando sarà ben bene rosolata, la cospargeremo con una besciamella che si fa così: sciogliamo un grosso pezzo di burro e aggiungiamo un pugno di farina, quando comincia a colorire, uniamo mezzo litro di latte fresco intero e mescoliamo a fuoco molto dolce con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una crema "dita di velluto". Quindi togliamola dal fuoco ed aggiungiamo, rimescolando, due tuorli d'uovo freschissimi, In una teglia spalmata di burro e cosparsa di pane grattugiato, poniamo la carne ricoperta con la besciamella e facciamo cuocere in forno dolce a 160° per 40 minuti. Quando la carne è cotta si toglie dal forno e si lascia riposare. Al momento di servirla si toglie dalla teglia, si affetta e si serve con una spumosa purea di patate.


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.