Crea sito




I secondi piatti del Mulo 


Pollo al marsala

Occorrono:

1 busto di pollo, pulito, fiammeggiato, sventrato
100 gr. di lardo freschissimo
4 cipolline bianche , fresche,
un pugnetto di prezzemolo
un pugnetto di origano fresco
50 gr. di pane pesto
qualche foglia di alloro
qualche chiodo di garofano pestato
1 grosso bicchiere colmo di marsala extravergine, secco
6 fette di pane,  tipo "pane di Altamura"
 burro freschissimo q.b.
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe
qualche cuore di sedano freschissimo

 

Tritiamo con la mezzaluna il lardo, le cipolline, il prezzemolo e l'origano, poi impastiamo il trito con il pangrattato, i chiodi di garofano pestati e mezzo bicchiere di marsala. Aggiungiamo una spolverata di sale ed una di pepe, poi foderiamo l'interno del pollo con questo impasto. Tappiamolo con una pallina di mollica di pane.  Leghiamo il pollo insieme alle foglie di alloro imbevute di olio extra vergine d'oliva, e facciamolo rosolare per una decina di minuti in un tegame con poco olio ed una noce di burro. Trascorso tale tempo leviamo il pollo dal tegame e poniamolo in una teglia da forno unta d'olio e umettata di burro. Ricopriamolo con le fette di pane inzuppate di marsala, e con innumerevoli fiocchi di burro, poniamolo in forno già caldo 180° per 45'. Trascorso tale tempo togliamo il pane, filtriamo il fondo di cottura ed allunghiamolo con un dito di marsala.Facciamo stringere a parte a fiamma alta. Sleghiamo il pollo, togliamo le foglie di alloro, versiamo su di esso la salsina ottenuta e serviamo con una bella guarnizione composta da cuori di sedano freschissimi appena irrorati con un filo d'olio extravergine super.

Involtini di melanzane:

1 kg. di melanzane,
70 gr. di pane pesto, abbrustolito in padella e poi leggermente fritto
80 gr. di pecorino pepato, stravecchio
1 cipolla bionda, affettata da anelli sottilissimi
150 gr. di ottima salsa di pomodoro
1 pugnetto di capperi di Pantelleria, sottosale, sciacquati e strizzati
origano essicato
olio d'oliva per friggere

Affettiamo le melanzane, poi friggiamole immediatamente in olio d'oliva bollente.Quando sono dorate ritiriamole dalla friggitrice con la schiumarola e poniamole su un foglio di carta assorbente affinchè perdano l'eccesso d'unto, poniamole poi in una teglia da forno unta d'olio e molto larga, perchè le melanzane non devono essere sovrapposte ma solo allineate. A parte facciamo soffriggere la cipolla, uniamo il panepesto abbrustolito e soffritto nella stessa padella per asciugare l'olio rimasto. Uniamo al composto il pecorino grattugiato, i capperi e un profumo d'origano. Disponiamo questa farcia al centro delle fette di melanzane già nella teglia. Copriamo ogni fetta di melanzana con un cucchiaio di salsa di pomodoro ed arrotoliamola fermandola con uno stuzzicadenti. Versiamo sulle melanzane olio extra vergine a filo. Copriamo i rotolini con altra salsa di pomodoro ed eventualmente con la farcia avanzata. Poniamo in forno già caldo 200° per 6/7 minuti.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.