Crea sito




I secondi piatti del Mulo 


Insalata Alì Babà

Occorrono:

2 grossi mazzi di freschissimo prezzemolo "appena raccolto"
una cipolla bianca dolce  ed una cipolla rossa di Tropea affettate ad anelli sottilissimi
un cetriolo
un peperone giallo, sodo e polposo
3 pomodori maturi, grossi, nostrani, sugosi
12 ravanelli
il succo di un grosso limone
sale fino 

Tritiamo grossolanamente il prezzemolo con la mezzaluna, poniamolo in una grossa insalatiera di porcellana quindi uniamo le cipolle, il cetriolo ridotto a dadini, il peperone tagliato a fiammifero, i pomodori e i ravanelli tagliati a fette. Alcuni ravanelli tagliati a "rosellina" ed ammollati in acqua ghiacciata serviranno per guarnire l'insalata. Spruzziamo con fino ed irroriamo con il succo di limone.

Filetto di manzo con il mais

Occorrono:

600 gr. di filetto di manzo
1/2 tazza d'olio extra vergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
2 cipolle tagliate ad anelli sottilissimi
150 gr. di pancetta affumicata a dadini
2 peperoni tagliati a strisce
una scatola grossa di pomodori pelati (240 gr. sgocciolati)
un bicchiere di vino rosso
uno spruzzo di cannella in polvere
un soffio di zenzero in polvere
4 pannocchie di granoturco fresco, bollite oppure 2 scatole grandi mais dolce
sale&pepe

Lasciamo insaporire il filetto per circa un'ora immergendolo in un composto di olio e aglio schiacciato. In un tegame capiente prepariamo il soffritto con le cipolle, la pancetta affumicata, le strisce di ppeperone ed i pomodori pelati. Quando il soffritto è pronto pobniamo la carne su di esso e facciamola dorare. A doratura avvenuta versiamo il vino rosso. Saliamo e pepiamo con moderazione, insaporiamo con la annella e con lo zenzero. Portiamo a cottura a fuoco deciso rigirando di frequente la carne. A fine cottura (dopo 20 minuti) aggiungiamo i grani di mais. Togliamo la carne dal fuoco, lasciamola raffreddare poi tagliamola a fette. Poniamola in un piatto di portata ed irroriamola con il suo sugo caldissimo ed adorniamola tutt'intorno con il mais. 

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.