Crea sito




I secondi piatti del Mulo 


Trote dello yankee

Occorrono:

4 grosse trote di torrente
4 fette di prosciutto crudo, ben grasso
2 cipolle
qualche goccia di salsa "worcester"
un pizzico di zucchero di canna
sale



Cospargiamo ogni fetta di prosciutto con un pizzico di zucchero e qualche anello di cipolla, aggiungiamo qualche goccia di salsa "worcester" e adagiamo una trota sopra ogni fetta di prosciutto, le avremo pulite delle interiora, ma ancora con la testa e la coda, poi spruzziamole di sale. Cospargiamo anche questo lato con la cipolla, un pizzico di zucchero e la salsa "worcester", poi avvolgiamo ogni trota prima nella fetta di prosciutto e poi nella carta di alluminio. Cuociamo in forno a 200° per un quarto d'ora. Serviamo in tavola il pesce nella stessa carta di alluminio.

Maiale fritto

Occorrono:

300 gr. di carne di maiale tagliata a dadini
2 albumi d'uovo
3 cucchiai di vino bianco 
3 cucchiai di farina bianca
olio d'oliva per friggere
sale&pepe

Mariniamo i pezzetti di maiale nel vino bianco salato (1/2 cucchiaino di sale) per circa 20 minuti; trascorso tale tempo passiamoli in una soffice pastella preparata con gli albumi montati a neve e la farina. Friggiamoli in olio ben caldo, rapidamente, fino a quando diventano dorati e croccanti, scoliamoli con il mestolo forato su carta assorbente insaporiamoli con sale e pepe e serviamoli in tavola caldissimi.

Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.