Crea sito

I secondi piatti del Mulo

Carote alla luganega

Occorrono:
8 carote raschiate, lessate, tagliate a fette non troppo sottili
150 gr. di luganega (salsiccia fresca)
30 gr. di burro
sale e pepe
Riso bianco, lessato e cotto al dente gr.200.

Ponete le carote in un tegame, a fuoco dolce, dove avrete fatto imbiondire il burro assieme alla luganega. Rimestate delicatamente per una mezz'ora, facendo attenzione che carote e luganega non brucino. Eventualmente aggiungete qualche mestolino di acqua calda.
Servite caldissimo su un letto di riso bianco.


Porseo (maiale) al latte

Occorrono:

1 kg. di lombata di maiale
50 gr. di burro
un litro di latte crudo, fresco, intero
vino bianco secco q.b.
salvia, rosmarino
sale e pepe
400 gr. di patate di piccola misura, pelate e cotte a vapore

Facciamo macerare la lombata di maiale con il vino bianco, in una terrina, per una giornata intera. Sciogliamo in un largo tegame il burro, e poi rosoliamo la carne. Saliamo e pepiamo, aggiungiamo qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino, poi copriamo interamente di latte il maiale. Copriamo e lasciamo cuocere molto lentamente, a fine cottura il latte avrà l'aspetto di una crema di colore biondo.
Estraiamo la carne, tagliamola e disponiamola su di un piatto, contornata da piccole patate intere lessate o cotte a vapore. Irroriamo carne e patate con la salsa di cottura. Serviamo caldissimo.
 








Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

 

 

 

 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.