Crea sito

I secondi piatti del Mulo

 

 

Filet de boeuf Régence (filetto di bue Reggenza)

Occorrono:
Un filetto di bue intero del peso di circa 1 kg. e mezzo
una fetta di lardo del peso di 100 gr.
una cipolla, una carota, un cuore bianco di sedano, affettati finemente, lavati e scolati
un bicchiere di cognac
olio extra vergine d'oliva
sale
pepe nero in grani macinato sul momento

Steccate il filetto con metà del lardo tagliato a bastoncini, praticando delle piccole incisioni sulla superficie della carne, poi legatelo con dello spago da cucina. In una pirofila da forno versate l'olio, l'altra metà del lardo tagliato a listerelle, poi le verdure. Non appena le verdure saranno appassite ponete nella pirofila il filetto, salate cospargete di pepe nero in grani macinato sul momento e lasciate colorire in modouniforme la carne quindi spruzzate , e versatelo caldo sulla carne.con il cognac. Quando il liquore sarà evaporato, mettete in forno già caldo (180°) per un'oretta, irrorando di tanto in tanto la carne con il sugo di cottura e rigirandola.
Quando sarà cotta sbarazzatela dello spago, affettatela e disponetela su di un piatto. Passate il sugo al setaccio.



Cotes de boeuf à la parisienne (costate di bue alla parigina)

Occorrono:
2 costate da 5oo gr. l'una
burro gr.50
una cipolla affettata ad anelli sottilissimi
una carota ed un cuore bianco di sedano tritati
una foglia di alloro
vino bordeaux
una tazza di ottimo brodo
pepe, olio extra vergine d'oliva, sale
1 kg. di patatine novelle cotte a vapore.

Fate appassire le verdure in una padellona, con l'olio extra vergine d'oliva e la foglia di alloro.
Disponete le costate sulle verdure e fatele rosolare a tutte e due le parti, dopo averle cosparse di pepe nero in grani macinato sul momento, poi bagnatele con un bicchiere di vino bordeaux e lasciate evaporare senza coperchio. Aggiungendo al sugo una tazza di brodo terminerete la cottura.
Disponete le costate caldissime in un grande piatto di portata, in un piatto più piccolo presentate per accompagnamento le patatine novelle che avrete irrorato con il sugo di cottura bollente delle costate, dopo averlo passato al setaccio.
.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.