I secondi piatti del Mulo

 

 

 

Thon de Concarneau

Occorrono:
1 trancio  di tonno freschissimo di circa 800 gr. privato della pelle e delle lische
1  grossa fetta di lardo
200 gr. di cipolline novelle, al netto della buccia
150 gr. di burro
3 carote, pulite e tagliate a julienne
due cuori di lattuga, tagliati in quarti.
500 gr, di piselli freschi al netto della buccia, oppure 500 gr. di piselli surgelati
1/4 di vino bianco secco
1/4 di brodo
un mazzetto di prezzemolo, alloro e timo
sale&pepe
riso bollito 100 gr.

Avvolgiamo il tonno nella fetta di  lardo, poi poniamolo nel largo tegame dove avremo già fatto dorare le cipolline con il burro. Facciamo rosolare il pesce da entrambe le parti, poi bagnamolo con il vino bianco ed il brodo. Lasciamolo cuocere, coperto per 3/4 d'ora.
In una casseruola facciamo appassire la lattuga, aggiungiamo le carote, dopo una ventina di minuti aggiungiamo anche i piselli, aggiustiamo di sale e lasciamo cuocere per una mezz'oretta.
Disfiamo il tonno dalla fetta di lardo, disponiamolo su un grande piatto e contorniamolo alternando le verdure con due cucchiai di riso bollito. Passiamo al colino il fondo di cottura e versiamolo sul pesce.



Gamberetti al cognac


Occorrono:
3 dozzine di gamberetti freschissimi, lavati, spazzolati e privati del budellino
una bottiglia di vino bianco secco
un calice da cognac di cognac
un poco di olio extra vergine d'oliva
un trito preparato con 3 carote, tre cipolle, un cuore di sedano, due spicchi d'aglio
sale&pepe
un trito abbondante di prezzemolo,
300 gr. di pomodorini (appena sbollentati e privati dei semi e della buccia)
riso bollito, ben scolato e al dente 100 gr.

Facciamo rosolare il trito di verdure in olio extra vergine d'oliva per un quarto d'ora. Saliamo leggermente spruzziamo di pepe fresco macinato sul momento.
Mettiamo da parte la padella con il suo contenuto.
In un padellone scaldiamo ancora un poco d'olio extra vergine d'oliva poi gettiamo i gamberetti, facciamoli rosolare a fuoco vivo, bagnandoli poi con il cognac e fiammeggiando.
Abbassiamo la fiamma al minimo ed aggiungiamo il vino bianco, il trito di verdure, il trito di prezzemolo ed i pomodorini. Rialziamo un pò la fiamma e lasciamo cuocere dolcemente per una ventina di minuti.
Poi togliamo i gamberetti con la schiumarola, e poniamoli al caldo su un piatto di portata. Facciamo ridurre  il sugo di cottura e versiamo caldissimo sui gamberetti. Contorniamo i gamberetti con il riso sul quale pure verseremo qualche cucchiaio di salsa bollente



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

 

 

 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.