Crea sito

I secondi piatti del Mulo

Zucchine con il guanciale
Occorrono:
8 zucchine piccole e freschissime
350 gr. di pomodori sugosi e maturi, privati della buccia, dei semi , strizzati per eliminare l'acqua in eccesso, e poi tritati grossolanamente
150 gr. di guanciale tagliato a fettine sottili
un trito abbondante di freschissimo prezzemolo
2 spicchi d'aglio tagliati a fettine sottilissime
1 cipolla bianca affettata sottilmente ad anelli
sale&pepe
olio extra vergine d'oliva

In una grande padella unta leggermente d'olio facciamo rosolare le fettine di guanciale, aggiungiamo anche la cipolla, l'aglio ed il trito di prezzemolo.
Mescoliamo con cura, facciamo dorare il soffritto e poi aggiungiamo i pomodori e le zucchine. Saliamo con moderazione. Cuociamo per una mezz'oretta scarsa a fuoco dolce, mescolando spesso. A fine cottura insaporiamo con una spolverata di pepe nero in grani macinato sul momento. Serviamole caldissime. 

 

Fiori di zucca "vecchia Zena"

Occorrono:

16/20 fiori di zucca grandi e freschissimi
100 gr. di fagiolini verdi 
100 gr. di zucchine piccole e fresche
150 gr. di patate sbucciate e tagliate a fette
1 uovo
un trito composto da due spicchi d'aglio, un mazzetto di basilico, un pugnetto di maggiorana fresca
olio extra vergine d'oliva
2 cucchiai di pecorino grattugiato
sale
pepe nero in grani

Con il cestello forato cuociamo a vapore i fagiolini, le zucchine e le patate. Poi passiamole al tritaverdure e facciamole cadere direttamente in una grossa ciotola. Aggiungiamo l'uovo sbattuto, il pecorino grattugiato, il trito composto dal basilico, l'aglio e la maggiorana, ed infine due cucchiai di olio extra vergine d'oliva. Mescoliamo con cura. Saliamo leggermente e spruzziamo con pepe nero
di mulinello.

I fiori di zucca li prepariamo tagliando il gambo e levando il pistillo, sciacquiamoli con estrema delicatezza ed asciughiamoli tra due cannovacci candidi. Riempiamo i fiori con il ripieno e richiudiamo con cura i petali.

Disponiamoli in un'ampia teglia foderata con carta da forno ed irroriamoli con un poco di olio extravergine d'oliva versato a filo. Poniamo la teglia in forno già caldo a 250° per un quarto d'ora. Sforniamo non appena li vedremo dorati e serviamoli subito.


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.