Crea sito

I secondi piatti del Mulo

Melanzane a ventaglio

Occorrono:
melanzane lunghe, freschissime, private delle estremità (1 per commensale)
pomodori  tagliati a fettine sottili
cipolle affettate ad anelli sottili
2/3 spicchi d'aglio tritati
un pugno di olive nere denocciolate
qualche foglia di alloro
erbe di Provenza
olio extra vergine d'oliva
sale

Non sempre è necessario aggiungere acqua alle verdure per farle cuocere in forno. Molte di esse come le melanzane, i pomodori, le zucchine ecc. contengono una quantità d'acqua sufficiente perchè non secchino durante la cottura. Se noi le tagliamo e le cuociamo insieme in forno, esse mescoleranno i loro sapori e i loro succhi. 
Tagliamo a metà, per lungo le melanzane, senza sbucciarle.Appoggiamo ogni metà sul tagliere dalla parte piatta e per il lungo tagliamo delle liste  arrivando a circa 2 cm.dal fondo. Avremo così ottenuto i "ventagli".
Infiliamo nelle aperture tra un ventaglio ed un altro le fettine di pomodoro.
Ungiamo con olio extra vergine d'oliva una pirofila da forno piuttosto bassina e disponiamo sul fondo uno strato di anelli di cipolla e aglio tritato. Poi con delicatezza, adagiamo nella pirofila, i ventagli di melanzane&pomodori, disponiamoli in modo che siano accostati l'uno all'altro e che sia la parte piatta a toccare il fondo della pirofila. Saliamo con moderazione. Riempiamo piccoli vuoti con olive nere, poi disponiamo sopra i ventagli un altro strato di anelli di cipolla e aglio. Esercitiamo una leggera pressione per amalgamare bene gli ingredienti, inseriamo tra i ventagli qualche foglia di alloro e spolverizziamo con erbe di Provenza essicate. Ora versiamo sulle verdure un poco d'olio extra vergine d'oliva. Ricopriamo la pirofila con un foglio di carta d'alluminio.
Poniamo in forno già caldo (230°) per 10 minuti, poi togliamo dal forno la pirofila, abbassiamo la temperatura a 180°, rimettiamo la pirofila nel forno e lasciamo cuocere ancora per un'ora. Sono un contorno caldo buonissimo,tipicamente mediterraneo; è bello servirle anche  come primo piatto accompagnando ogni porzione con una ciotolina di riso orientale tipo "Basmati" cotto a vapore.


 Truites "nature" (trote al naturale)

Occorrono:
2 trote di torrente di circa 1/2 kg. l'una pulite, sventrate, diliscate e poi passate in farina, sale e pepe nero.
olio d'oliva per friggere
gr.30 di burro di montagna
un pugnetto di freschissimo przzemolo tritato
succo di limone spremuto sul momento


Facciamo friggere le trote in olio ben caldo, rigirandole più volte. Togliamole dal fuoco quando sono colorite ed hanno  formato una crosticina fritta.Posiamole su carta assorbente affinchè perdano l'eccesso d'unto. Mettiamole in un piatto di portata ed irroriamole con burro fuso, appena dorato. Spolverizziamo con prezzemolo tritato e spruzziamole con succo di limone spremuto sul momento.


Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...





 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.