Crea sito

I secondi piatti del Mulo

 


Cozze Maria Antonietta

Occorrono: 1kg. di cozze freschissime, una cipolla bianca, uno spicchio d'aglio, un pugnetto di prezzemolo tritato e uno di origano fresco pure tritato, sei filetti di acciuga sott'olio, un bicchiere di ottimo vino bianco secco, pepe nero in grani, una foglia di alloro, olio extra vergine d'oliva, sale.

Spazzolate i gusci delle cozze per togliere le alghe, il terriccio e la sabbia, sciacquateli a lungo sotto il rubinetto  scolateli e poneteli in un largo tegame sul fornello acceso. Mano a mano che le valve si apriranno  mettetene da parte una decina: alle altre staccate il mollusco, poi filtrate il brodetto attraverso un telo bianco a trama fitta che trattenga la sabbia ed il terriccio.
Versate in una casseruola la cipolla bianca tritata con quattro cucchiaioni d'olio, aggiungete lo spicchio d'aglio, e appena tutto sarà colorito aggiungete le vongole sgusciate, bagnatele con il brodetto e con il vino bianco profumando con alloro, una spruzzata di pepe nero macinato al momento, un'idea di sale. Alzate un pò la fiamma e fate evaporare il liquido di circa la metà. Qualche minuto prima di toglierlo dal fuoco aggiungete i filetti di acciuga spappolati con una forchetta.
Un attimo prima di servire: togliete la foglia d'alloro, cospargete di prezzemolo e origano fresco tritati, aggiungete qua e là per "belvedere" le cozze con il guscio.


Nasello al burro nero


Occorrono: due naselli da gr.500 caduno, burro, una cipolla, unciuffetto di prezzemolo, una carota, una foglia di alloro, un limone, una costa di sedano,
aceto bianco, pepe in grani, sale.

Pulite i pesci, lavateli, disponeteli uno accanto all'altro in una pescera, copriteli con circa due litri e mezzo d'acqua aromatizzata con la scorza ed il succo di mezzo limone, l'alloro, il prezzemolo, il sedano, la carota, la cipolla, alcuni grani di pepe e sale q.b.
Mettete la pescera sul fuoco e portate a ebollizione, poi abbassate la fiamma e fate bollire a fuoco lento per circa 10 minuti, infine togliete dal fuoco la pescera.
In un tegamino fate sciogliere il burro, lasciatelo sul fuoco fino a quando sarà di un colore nocciola. Spruzzate i pesci con tre cucchiaiate di aceto bianco quindi versatevi sopra il burro scuro e bollente.
Questo piatto dalla preparazione così semplice  è invece adatto per persone dal gusto assai delicato.Si accompagna  meravigliosamente con letti di lattuga appena colta, macchiati da rossi ravanelli



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...


 

I secondi piatti preparati dal Mulo, sono rinomatii in tutta la valle



 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.