I secondi piatti del Mulo 


Pollastro novello in tecia

Occorrono:

1 pollo giovane e ruspante, pulito, fiammeggiato, tagliato a pezzi
1 grossa cipolla tritata
olio extra vergine d'oliva
una grossa noce di burro
6 patate medie, lavate, sbucciate e tagliate ciascuna in 4 pezzi.
700 gr. di salsa di pomodoro nostrana

 Facciamo appassire la cipolla in olio e burro, non appena è appassita poniamo il pollo nel tegame e facciamolo rosolare da tutte le parti, aggiungiamo le patate ed infine la salsa di pomodoro. Copriamo e lasciamo cuocere lentamente (meglio se sulla stufa a legna). Si accompagna meravigliosamente con la polenta.

Anguille con peperoni alla veneta

Occorrono:

1 kg. di anguille, lavate e tagliate a tocchetti di 7/8 cm.
3 peperoni grossi, gialli o rossi, arrostiti, privati della pelle e dei semi infine tagliati a filetti.
2 spicchi d'aglio schiacciati
olio extra vergine d'oliva
una presa di sale
un poco di pepe macinato fresco
500 gr. di salsa di pomodoro
un trito di freschissimo prezzemolo
1 piccolo bicchiere di grappa del Piave

In un capiente tegame facciamo imbiondire l'aglio con l'olio, poi poniamo nel tegame i pezzetti di anguilla, una presa di sale, una spolverata di pepe. Bagnamo con la grappa e lasciamo evaporare, aggiungiamo quindi la salsa di pomodoro. Cuociamo a fuoco moderato per 20 minuti dopodichè aggiungiamo i peperoni arrostiti, mescolando con cura. Poniamo il tutto in un bel piatto di portata fondo e ovale e cospargiamo con il trito di prezzemolo.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.