I piatti unici del Mattorel

La bagna caoda

Olio extravergine d'oliva di prima spremitura gr.350

Burro freschissimo (meglio se non centrifugato come il burro di baita)gr.400

Panna (altrettanto fresca) gr.600

che si mettono al fuoco dentro un capace tegame di terracotta.

Quando gli ingredienti cominceranno a fumare, aggiungere 300 gr. di acciughe sott'olio, 100 gr, di aglio fresco tagliato finissimo, e33cl. di ottima birra.

Amalgamare il tutto, perché gli ingredienti si sciolgano con armonia, e continuare la cottura sulla piastra della stufa a legna, o in mancanza di questa sul gas a fuoco dolcissimo.

La bagna caoda non deve cuocere, non deve bollire, deve sciogliersi in un composto e in un profumo soave.

Servita caldissima  negli appositi fornellini si accompagna con tutte le verdure , cotte e crude che potete desiderare.



Le nostre ricette

Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...






La bagna caoda è una piatto che non si dimentica, venite ad assaggiarlo alla Taverna


 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.