Crea sito


Il Massiccio Centrale

Ecco i nostri amici avventurarsi nelle aspre terre del Massiccio Centrale .
In Alvernia, trovato un rifugio in un piccolo castello abbandonato, sono stati circondati da una compagnia di ottime streghe, che hanno preparato:

La minestra di castagne.
La minestra di cavolo, cotta con lardo di petto, spalla, piede e coda di maiale.
Le gros-tout un pasticcio di carne tritata accompagnato da patate e cipolle cotte nel lardo.
Le trote di torrente cotte in acqua e aceto.
Il maiale salato con lenticchie.
Le
purèe avec l'aliotte un formaggio che "fila".
Il
 pollo con il vino, che si cuoce tagliato a pezzi con lardo, cipolle ed erbe aromatiche nel vino rosso. Il vino perde il colore assorbito dalla carne, la salsa si lega con il sangue.

A due passi, nel Limousin, d'autunno si mangiano les marrons bolliti, bevendo vino rosso e scaldandosi al fuoco del camino.
Nei giorni di festa si prepara la lièvre au royal: una purea di carni cotte per sette ore nel vino rosso, con quaranta spicchi d'aglio e 80 scalogni.
In tarda primavera si gusta il clafoutis un dessert di ciliegie cotto in una salsa cremosa.


La Francia


Benvenuti nella Taverna virtuale del Mattorel, dove si cucina, si racconta, si organizzano serate a tema e si scambiano ricette della tradizione, non solo italiana...

 

Realizzatori: Il lurikeen & sons. © M. Antonietta Bussone 2008-2009.  Tutti i diritti riservati.

Questo sito non è a scopo di lucro, e non pubblicizza alcuna attività di ristorazione e/o commerciale."La taverna del Mattorel" è un titolo nato dalla fantasia degli autori: si tratta di una ipotetica taverna gestita da un mulo, una pecora e una bambola di pezza. E' vietata la riproduzione dei testi e delle immagini senza il consenso esplicito degli autori.